Ministero dell'Istruzione Accedi
Senza titolo-10
25 gennaio 2021 Toscana Progetti

Teatroterapia: “dare valore al corpo e agli occhi per mettere in scena il mondo emotivo”

Il progetto messo in atto sia nella Scuola Primaria sia nella Scuola Secondaria di I grado utilizza tecniche verbali non verbali e prossemiche della teatro-terapia e delle arti-terapie legate al corpo ai fini di stabilire una Relazione Empatica e collaborativa, di presa in carico emotiva del piccolo paziente e di scoperta, curiosità e crescita didattica dell'alunno. L'obiettivo ambizioso è quello di "restituire" al SORRISO -all'altra parte del volto celata dalle mascherine- il valore umano e didattico che possiede.
Attraverso tecniche di utilizzo della voce, del non verbale corporeo e -quando possibile- del corpo, si mettono in scena argomenti didattici di ogni disciplina.
Sia il docente, sia l'alunno divengono al contempo registi e attori, costruttori di un palcoscenico umano, didattico, costruttori di resilienza e soprattutto creano un'esperienza unica e irripetibile relazionale e didattica.
Con la Relazione in modo esperienziale e mettendosi in gioco come persone prima ancora che come docenti, si sollecita e si contribuisce alla costruzione di competenze che diverranno poi conoscenze profonde e con tracce mnestiche esperienziali per l'alunno.
Al centro del processo IL CORPO, IL NON VERBALE, inteso non come ostacolo all'apprendimento- poiché malato e/o in sofferenza- ma al contrario come strumento didattico esperienziale ed emotivo che trasforma la scissione fra "la vita prima dell'ospedalizzazione" e la vita durante l'ospedalizzazione in risorsa di Resilienza, Apprendimento e cambiamento costruttivo con potenzialità espressive che, ad un secondo livello, oltre la didattica e lo specifico tema medico contestuale al ricovero, divengono life skills per la vita.

I.C. "IV Novembre", Arezzo (AR)
aric83700g@istruzione.gov.it

Logo Miur

INFORMAZIONI UTILI

Faq

SEGUICI SU