Ministero dell'Istruzione Accedi
Senza titolo-10

Lombardia

ATTIVITÀ E PROGETTI

IC "DE AMICIS" Treviglio

 Descrizione       

Servizio  scolastico rivolto agli alunni di scuola dell’Infanzia

e Primaria.

Giornalino di reparto.

Raccordo  con  le  scuole del territorio per far conoscere la

scuola in ospedale.

Progetti  svolti  con   il   Liceo   artistico   della   città   per

l’abbellimento del reparto.

 Punti Forza

 

 

 

Superquark (IC "I Mille" - Bergamo)

 Descrizione       

Il progetto scientifico,svolto in collaborazione con il museo di

Scienze  Caffi  di Bergamo  e  con professionisti del territorio

(biologi,veterinari,dentisti,astronomi,apicoltori,entomologi..)

ha la finalità di far comprendere agli alunni la relazione uomo

natura ambiente,attraverso incontri e laboratori itineranti nei

vari reparti e nelle stanze di degenza. 

 Punti Forza

 

 

 

Kids Kicking Cancer (IC "I Mille" - Bergamo)

 Descrizione       

Il progetto di karate per bambini ospedalizzati,nato in America

ed   esportato   negli  ospedali  di  tutto  il  mondo  è svolto in

collaborazione   con   l’Associazione KKC Italia ed ha la finalità 

di  promuovere  l’utilizzo  di   tecniche   “soft”   proprie    delle

arti   marziali,   per  aiutare  i bambini ad affrontare  e  gestire

meglio la propria malattia, le  paure  e  la rabbia, allenando  il

corpo  e   la mente    attraverso    esercizi     di   respirazione, 

meditazione, visualizzazione e coordinazione motoria.

Il   progetto   di    karate   per   bambini ospedalizzati, nato in

America   ed   esportato   negli    ospedali  di tutto il mondo è 

svolto   in  collaborazione con l’Associazione KKC Italia  ed  ha

la   finalità   di promuovere l’utilizzo di tecniche   “soft”proprie

delle    arti    marziali,   per   aiutare i bambini ad affrontare e

gestire   meglio    la   propria   malattia, le   paure e la rabbia,

allenando   il corpo   e    la   mente   attraverso    esercizi    di

respirazione,    meditazione,   visualizzazione  e coordinazione

motoria.

È    svolto   in  forma  laboratoriale, itinerante in tutti i reparti

pediatrici, adatto anche a bambini allettati.

Abbiamo    avuto    l’onore   nel  mese  di giugno di ospitare il 

fondatore   americano  dott.  Elimelec Goldberg, Clinical  Asst.

Professor, Department of Pediatrics  Wayne  State  University

School of Medicine di  Detroit. in Italia  per  un convegno, che

ha fatto visita alla nostra scuola e all’equipe medica che da tre

anni ha  accolto il progetto.

 Punti Forza

Apertura verso il territorio, gratuità,riduzione di ansie e rabbia

dovute all’ospedalizzazione.

 

  

Musicoterapia (IC "I Mille" - Bergamo)

 Descrizione       

 

Il progetto musicale, finanziato dalla ditta ABB-SACE, ha come

finalità:

- la creazione di situazioni di benessere attraverso la musica

- la partecipazione ad esperienze sonore positive

- la conoscenza, uso di alcuni strumenti musicali

- l’espressione creativa delle emozioni e gratificazione

  attraverso l'uso di tali strumenti

- le   possibili   espressioni   liberatorie   rispetto al disagio del

  ricovero

- la  socializzazione  e confronto con altri bambini in situazioni

  di disagio  (diminuzione  del  senso  di solitudine e diversità)

Negli   incontri, attraverso giochi di ascolto, canto, narrazioni,

si  crea  un  contesto   nel quale   i   bambini  sono   portati a

immaginare,   comunicare,   esprimere   le   proprie emozioni

utilizzando l'elemento sonoro e scoprendone l'infinita capacità

di suscitare   stupore   e   emozioni,  di ispirare   la fantasia e

liberare le potenzialità espressive di ciascuno.

 Punti Forza

Inclusione  e   libera   espressione   emozionale  attraverso la

musica.

 

 

Gioco Yoga e Arte (IC "I Mille" - Bergamo)

 Descrizione       

Il progetto,finanziato dall’associazione “Cuore con le ali

onlus, ha   l’obiettivo   di   far   acquisire   agli alunni la

consapevolezza    del    corpo   nello   spazio,   affinare

l’ espressione  corporea,    sviluppare    l’autocontrollo,

acquisire tecniche di concentrazione e rilassamento.

 Punti Forza

Gratuità, inclusione e apertura verso il territorio.

 

 

Casca il mondo (IC "I Mille" - Bergamo)

 Descrizione       

Il progetto, svolto  in forma  laboratoriale e itinerante

nelle   stanze di degenza   finanziato dalla Fondazione

Cariplo,   ha   come  finalità  la realizzazione di storie,

mediante   app,    da sonorizzare e  rappresentare dal

vivo   mediante  la collaborazione di musicisti e attori.

Vi   è stato   inoltre  il   coinvolgimento   di una scuola

esterna, favorendo l’apertura verso il territorio.

 Punti Forza

Gratuità,   inclusione  e   apertura verso  il territorio e

stimolazione della creatività comunicativa

 

 

Blog (IC "I Mille" - Bergamo)

 Descrizione       

Il progetto è svolto per favorire la visibilità della scuola

in ospedale.

Settimanalmente vengono pubblicate  e   condivise   le

attività svolte nei reparti.

 Punti Forza

Apertura nel web, valorizzazione dei lavori degli studenti.

 

 

La giostra delle stagioni (IC "I Mille" - Bergamo)

 Descrizione       

Progetto di animazione,  itinerante  nelle  stanze  di

degenza,finalizzato a valorizzare  la   collaborazione

con associazioni di volontariato operanti in ospedale,

a    superare    l’ isolamento    dell’ ospedalizzazione

favorendo  momenti di aggregazione e a sviluppare i

vari tipi di comunicazione  attraverso  il  linguaggio e

la creatività. Gli   incontri   sono  svolti  in  occasione

delle varie  stagioni e   ricorrenze   del   calendario e

coinvolgono inoltre musicisti e artisti del territorio.

 Punti Forza

Creazione   di   momenti   di evasione  dalla  routine

ospedaliera,  gratuità  e   collaborazione   tra diversi

operatori.

 

 

Frequenze e vibrazioni sonore (IC "I Mille" - Bergamo)

 Descrizione       

Progetto  musicale, finanziato  dalla  ditta ABB SACE,

itinerante nelle  stanze di  degenza  ha  la  finalità di

creare situazioni di rilassamento e benessere tramite

le onde sonore dell’Hang Panart,creare di situazioni di

benessere attraverso la musica,permettere agli alunni

ospedalizzati di esprimersi  creativamente  attraverso

l'uso di  strumenti musicali.

 Punti Forza

L’universalità     del   linguaggio   musicale  permette

l’inclusione  di   alunni  con bisogni speciali, disabili e

stranieri.

 

 

Burattini sulle dita (IC "I Mille" - Bergamo)

 Descrizione       

Progetto di animazione, nato per ridurre l’ansia prima

dell’intervento  chirurgico  ed   esportato   anche    nei

reparti   di   degenza, crea   momenti di evasione dalla

routine   ospedaliera,   favorisce    lo    sviluppo     del

linguaggio.

 Punti Forza

Gratuità,     offerta    di   momenti   di aggregazione e

stimolazione della comunicazione.

 

 

Alternanza Scuola Lavoro integrata al

ricovero

 Descrizione       

Progetto  per   studenti   lungodegenti  (classi 3, 4 e 5

secondarie 2° grado).

 

Il team:

progetta un percorso di ASL personalizzato;

avvia momenti di fine tuning durante il periodo di ASL;

aiuta a conciliare terapie,formazione, apprendimenti e

aspetti  burocratici   per   raggiungere   l'obiettivo  e il

successo formativo..

 Punti Forza

 

 

 

Blog della scuola in ospedale "scuola in

pigiama"

 Descrizione       

Il  blog,  nato nel 2013,  racconta   le   attività  e  le

esperienze della sezione ospedaliera di Bergamo.

È   un  diario, uno spazio di narrazione aperto a tutti

gli studenti ricoverati, i medici, i docenti, gli esperti.

 Punti Forza

Sviluppo delle competenze digitali degli studenti;

memoria delle attività della scuola in ospedale;

raccordo tra scuola ospedaliera e territorio;

stimolo, motivazione e responsabilizzazione degli

studenti; sviluppo delle competenze comunicative.

 

 

Service learning di fisica 

 Descrizione       

 

Gli esperimenti sono sviluppati e realizzati dagli studenti

delle classi 4 e 5 di alcune scuole secondarie 2° grado di

Bergamo e provincia e proposti in un secondo tempo agli

studenti ospedalizzati.

Ogni  gruppo   di   studenti, guidati  dalla  professoressa

curricolare, proporrà diversi esperimenti di fisica in base

alla  classe  degli  alunni   in ospedale.  L’attività vede la

compresenza   della   docente   di   matematica   e fisica

ospedaliera.

 Punti Forza

Fornire ai ragazzi degenti un momento di confronto tra

pari,aumentare la motivazione e l’autostima, stimolare

curiosità   e   interesse   scientifico;

coinvolgere e responsabilizzare gli studenti delle scuole

non ospedaliere in un progetto di “service learning”;

promuovere  la collaborazione tra scuola in ospedale e

scuole del territorio.

 

 

La vita in un sorriso

 Descrizione       

Il progetto intende offrire ai giovani studenti  ricoverati

un’esperienza di quotidiana “normalità” in sintonia con i

coetanei,con lo scopo di alleggerire le giornate trascorse

in ospedale (svago,  superamento  della   sensazione  di

isolamento),ma anche di consentire l’approccio ad alcune

tematiche   importanti   in   relazione   alle   diverse  età

anagrafiche:

Amicizia, Adolescenza, Ambiente,Diritti Civili,Storia, Arte.

 Punti Forza

Il   progetto   si   rivolge  a  tutti gli studenti ricoverati in

ospedale   che   vi possano partecipare in considerazione

della loro situazione clinica.

 

 

Cartoni animati in corsia

 Descrizione       

 

Il   progetto  intende:

Contribuire    al    superamento     del       trauma

dell’ospedalizzazione.

Favorire   la   continuità   del   processo   formativo e

d’apprendimento, rendendo  significativo e costruttivo

il momento dell’ospedalizzazione.

Promuovere  attività di carattere culturale   al   fine di

sollecitare la fruizione e laproduzione degli audiovisivi.

 Punti Forza

Tutti gli alunni  e gli studenti della Scuola Ospedaliera.

Alunni   della   scuola  primaria  e secondaria di primo

grado,  della  provincia   di Brescia,  che aderiscono al

progetto.

 

 

Mettiamoci le mani

 Descrizione       

Il progetto intende permettere anche a chi è ricoverato

di poter usufruire dei servizi didattici a cui partecipano

normalmente le scolaresche.

Conoscere il patrimonio museale bresciano.

 Punti Forza

Studenti ricoverati della primaria e secondaria di primo

e secondo grado.

 

 

Service learning matematica/fisica in gioco

 Descrizione       

Giochi matematici ed esperimenti di fisica, scelti in base all’età

dei giovani pazienti, realizzati e presentati ai ragazzi degenti

da laureandi dell’Università Cattolica di Brescia.

 Punti Forza

- promuovere nei ragazzi degenti il “pensiero positivo”

- stimolare curiosità, migliorare la stima nelle proprie capacità

matematiche e fisiche passando da una visione normativa

(serie di regole da applicare) ad una visione sperimentale

(costruzione di modelli atti a risolvere un problema)

- promuovere autostima, confronto, collaborazione.

 

 

Progetti ospedale Sant'Anna 

 Descrizione       

Servizio scolastico rivolto agli alunni della scuola dell’infanzia e

della scuola  primaria,   ma anche agli alunni di classi superiori

che   lo richiedono.  Servizio  scolastico rivolto agli alunni della

scuola  dell’infanzia   e   della   scuola  primaria, ma anche agli

alunni di classi superiori che lo richiedono.

Raccordo con le scuole del territorio per far conoscere la scuola

in ospedale. 

Progetti, citati nel PTOF dell’IC COMO REBBIO, svolti:

accoglienza e accoglienza stranieri;

musicoterapia;

arte-terapia;

pet-therapy;

cineforum; dello sport;

lascio un segno.

 Punti Forza

 

 

 

Progetto scuola secondaria

 Descrizione       

Organizzazione   di   attività   laboratoriali   da   proporre   ai

ricoverati   da parte   di alunni della Scuola Secondaria di II°

Benini di Melegnano.

 Punti Forza

Acquisizione di crediti formativi per i ragazzi del Liceo o I.T.

Conoscenza   della    Scuola   in    Ospedale   sul   territorio

Coinvolgimento piacevole dei ricoverati.

 

 

Progetto per l'insegnamento domiciliare 

 Descrizione       

Progetto   presso   il   residence   "Maria  Letizia   Verga" e

altre case di accoglienza del Comitato MLV.

Alla dimissione, gli alunni ospitati presso il Residence MLV

o altre case di accoglienza in prossimità del Centro di cura

vengono seguiti in istruzione domiciliare. L’attivazione del

servizio   scolastico  domiciliare viene valutata dall’équipe

socio-psico-pedagogica e realizzata dai docenti in orario di

servizio o in ore aggiuntive nell’ambito del progetto.

 Punti Forza

Il progetto garantisce la continuità del percorso didattico

attraverso l’attivazione del servizio scolastico domiciliare

presso   le case  di accoglienza in prossimità del luogo di

cura.

 

 

Progetto scuola secondaria di primo

grado in ospedale

 Descrizione       

La   Scuola   in  Ospedale è chiamata a garantire tutti  gli

insegnamenti previsti per la secondaria di I grado, da qui

la necessità di coinvolgere  docenti delle discipline  per le

quali non è assegnato personale in organico.

 Punti Forza

Il progetto garantisce tutti gli insegnamenti previsti per la

scuola secondaria di I grado.

 

 

Progetto HSH - MONZA

 Descrizione       

Attività didattiche di collaborazione a  distanza, basate  sulla

condivisione delle conoscenze e sulla cooperazione educativa,

attraverso l'utilizzo delle tecnologie dell'informazione e   della

comunicazione:

- collaborazione   in   rete con   la  scuola del territorio per la

  realizzazione di progetti interdisciplinari comuni;

- realizzazione del giornalino cartaceo e online della Scuola in

  Ospedale.

Per   insegnanti    e    alunni   della  scuola  del  territorio che

partecipano   al   progetto   è    previsto   un  programma   di

preparazione   che   coinvolge     l'  équipe    psicopedagogica

dell’Ospedale.

 Punti Forza

Il progetto offre ai bambini e agli adolescenti   ricoverati   per

lunghi   periodo   o con   ricoveri   ricorrenti   la  possibilità di

proseguire il percorso educativo mantenendo il legame con la

scuola e con l'ambiente esterno all'ospedale.

 

 

Laboratorio di terapeutica artistica

 Descrizione       

Realizzazione   di    murales   presso   reparto di pediatria

Ospedale Civile di Voghera.

 Punti Forza

Collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera.

 

 

Progetto di istruzione domiciliare

 Descrizione       

Progetto   Istruzione domiciliare  per alunni    domiciliati

presso case famiglia.

 Punti Forza

Recupero   alunni   nei   periodi  in cui sono in regime di

D.H. e non ricoverati.

 

 

"Insieme per guarire" e "La musica nel cuore"

 Descrizione       

Anno scolastico 2018/19 -

Scuola in Ospedale di   Busto  Arsizio Progetti di apertura al

territorio,con alunni delle scuole primarie e secondarie di 1° 

grado   del   comprensivo   che con   cadenza bimestrale  in

pediatria   partecipano   a   laboratori   di  scienze e a tema

(inclusione,diritti infanzia,giornata mondiale contro cancro)

insieme agli alunni ricoverati.

 Punti Forza

Collaborazione con volontarie   comitato tutela bambino in

ospedale, con le scuole del territorio (liceo artistico),con la

biblioteca.

 

 

Porte aperte 

 Descrizione       

Il progetto intende favorire l’interazione tra scuola ospedale,

enti  e territorio,    incrementare la visibilità  della scuola  in

ospedale e promuovere la partecipazione ad eventi, concorsi,

uscite didattiche e gemellaggi  europei. In particolare vi è  la

collaborazione   con   scuole,   vigili   del  fuoco,    aeroporto,

elisoccorso,   musei,  carcere. 

Interessante e significativa la collaborazione con la casa

circondariale di Bergamo e di Bollate che ha permesso ad

alcuni carcerati di interagire in ospedale con i bambini degenti

per la realizzazione di un grande presepio da posizionare

nell’hospital street.

Ai bambini della scuola primaria in ospedale sono stati

conferite due certificazioni di qualità, una nazionale e una

europea per un progetto internazionale. Ad attribuirlo sono

state l’Unità nazionale eTwinning Italia e l’Unità europea.

Etwinning, finanziato dalla Commissione Europea, fa parte del

Programma Erasmus+. La scuola in ospedale si è aggiudicata

l’ambita certificazione, realizzando un progetto sulla didattica

museale, collaborando in modo attivo con alcune scuole

europee (5 della Grecia, 2 della Turchia, 1 del Portogallo, 1

della Francia, 1 della Romania e 2 dell’Italia). Ogni scuola

partecipante aveva il compito di presentare la propria scuola,

la città d’origine e un museo del proprio territorio, sviluppando

in modo creativo attività correlate complementari. Gli alunni

della scuola in ospedale si sono distinti esaltando i tesori del

museo di Scienze Naturali Caffi di Bergamo, che hanno avuto

l’opportunità di visitare durante la degenza. I piccoli eTwinner

del Papa Giovanni, appartenenti ai reparti di oncologia e

chirurgia pediatrica, sono stati guidati dalle insegnanti in

questa avventura che ha aperto loro una finestra verso

l’Europa, superando l’isolamento dovuto all’ospedalizzazione.

 Punti Forza

 

 

 

Laboratorio di biologia 

 Descrizione       

Preparazione ed osservazione di tessuti vegetali al microscopio

ottico ed analisi del fenomeno dell’osmosi.Preparazione ed

osservazione di tessuti vegetali al microscopio ottico ed analisi

del fenomeno dell’osmosi.

gli studenti saranno coinvolti nella preparazione dei vetrini

biologici, a partire dalla rimozione dei tessuti da una foglia

all’osservazione al microscopio.i tessuti saranno trattati per

osservare il fenomeno dell’osmosi.L’esperienza sarà

accompagnata da una presentazione multimediale che renderà

gli alunni in grado di analizzare i campioni. L’attività dura

un’ora e mezza e si svolge in piccoli gruppi (pluriclasse); è

rivolta ai ragazzi delle scuole secondarie di 1° e 2° grado

ricoverati in ospedale ed è a cura della docente ospedaliera.

 Punti Forza

Le attività laboratoriali danno l’occasione ai ragazzi

ospedalizzati di socializzare e di passare qualche ora

impegnati in un’attività ludico-didattica. Le modalità

di  didattica laboratoriale (“learning by doing”) rendono

l’alunno autonomo, e ne migliorano l’autostima,   la

motivazione e la consapevolezza.

 

 

Giorno della Memoria - Cineforum didattico

 Descrizione       

Si forniranno informazioni essenziali sul tema della Shoah e si

evidenzierà il ruolo centrale della memoria. Nel corso del

laboratorio si proporranno stralci di interviste a Primo Levi e a

Liliana Segre, la lettura di passi tratti da Se questo un uomo e

la visione del film Train de vie. L’attività è rivolta agli studenti

delle scuole secondarie 1° e 2° grado ricoverati in ospedale ed

è a cura della docente ospedaliera.

 Punti Forza

L’attività laboratoriale consentirà agli studenti di riflettere sulla

tragedia della Shoah e sulla centralità della memoria. Il

laboratorio si configura come momento di confronto tra gli

studenti e come occasione di potenziamento delle loro abilità

di comunicazione e di rielaborazione di contenuti.

 

 

Progetti del Policlinico San Pietro

 Descrizione       

Conoscere L’OspedaleConoscere L’OspedalePercorsi educativi

tra scuola in ospedale e classi IV dell’Istituto per prevenire il

trauma dell’ospedalizzazione

Fasi: Intervento dell’insegnante dell’ospedale sulla classe-

Visita della classe all’UO di Pediatria con simulazione di visita

medica -Verifica sulla nuova immagine che i bambini hanno

dell’ospedale.

BLOG http://ilpazientino.blogspot.com/“Diario” online delle

attività della scuola redatto dagli alunni SiO

Il Pazientino: il giornalino della scuola in ospedale. Raccolta

di elaborati degli alunni, stampato e diffuso nell’ambito

dell’ospedale, dell’Istituto Comprensivo e delle SiO della

Provincia

 Punti Forza

 

 

 

Vengo anch'io

 Descrizione       

Il progetto si propone di offrire ad alcuni ragazzi in cura, ma

non ricoverati, presso gli Spedali Civili di Brescia - Reparto di

Oncoematologia - la possibilità di vivere un’esperienza di

viaggio in un momento della propria vita personale gravato da

varie limitazioni in particolare con riferimento proprio alla

mobilità e alle relazioni umane. Naturalmente i destinatari

verranno individuati dal personale del reparto in accordo con

le rispettive famiglie.

 Punti Forza

Ragazzi in cura, ma non ricoverati sia della secondaria che

della primaria.

 

 

Usciamo e visitiamo

 Descrizione       

Il progetto si propone di offrire la possibilità di effettuare visite

guidate sul territorio del Comune di Brescia in un momento

della propria vita personale gravato da varie limitazioni in

particolare con riferimento proprio alla mobilità e alle relazioni

umane. Naturalmente i destinatari verranno individuati dal

personale dei reparti in accordo con le rispettive famiglie.

 Punti Forza

Ragazzi in cura sia della secondaria che della primaria, ma non

ricoverati, presso gli Spedali Civili di Brescia - Reparto di

Oncoematologia, ed a ragazzi degenti nel reparto di

Neuropsichiatria infantile.

 

 

Cinema in ospedale

 Descrizione       

Proiezioni cinematografiche scelte dai docenti ospedalieri e

rivolte ai giovani pazienti nella nuova sala cinematografica

interna all’ospedale in collaborazione con la fondazione

Emanuela Quilleri.

 Punti Forza

- Far mantenere ai ragazzi degenti un  contatto con la realtà

esterna e la “normalità”;

- Proporre forme alternative di apprendimento;

- Promuovere divertimento e sollievo dalla malattia.

 

 

In viaggio per guarire 

 Descrizione       

Progetto realizzato durante l’anno scolastico 2017/2018 dalla

docente ospedaliera Annamaria Berenzi vincitrice del premio

“Teacher Prize”, continua durante il corrente anno scolastico

sponsorizzato dall’associazione AIL.

 Punti Forza

 

- Creare un’occasione di incontro e confronto tra i ragazzi

relatori (giovani pazienti oncoematologici) e i giovani in platea;

- Sensibilizzare il pubblico sulle problematiche

oncoematologiche  e promuovere la donazione del  sangue e

del midollo;

- Trasformare un vissuto doloroso in un’opportunità e impegno

condivisi;

- Promuovere solidarietà e inclusione.

 

 

Piccola orchestra in ospedale

 Descrizione       

Progetto realizzato in collaborazione con il  direttore

dell’orchestra giovanile bresciana Davide Pozzali nel reparto di

neuropsichiatria dell’infanzia e adolescenza degli Spedali Civili

di Brescia.

 Punti Forza

 

- Apprendere la lettura musicale e la pratica della stessa

attraverso un percorso di prove di orchestra dove i musicisti

sono i ragazzi e i bambini degenti in ospedale;

- Regalare agli allievi neo musicisti la possibilità di scoprire e

sperimentare in prima persona il mondo della musica

orchestrale;

- Divertimento, comunicazione e senso di libertà.

 

 

Brescia e musei

 Descrizione       

Attività  artistiche educative realizzate in collaborazione con  la

Fondazione Brescia Musei.Attività  artistiche educative

realizzate in collaborazione con  la Fondazione Brescia Musei.

 Punti Forza

- Fruire di esperienze di  collaborazione e cooperazione

laboratoriale;

- Seguire percorsi didattici artistici  forniti da personale

specializzato.

 

 

Progetto borse di studio 

 Descrizione       

Borse di studio erogate dall’associazione “Paolo il Pro

Degiacomi” a ragazzi in cura presso gli Spedali Civili e

frequentanti la sezione ospedaliera dell’istituto IIS castelli di

Brescia, particolarmente meritevoli per l’impegno e i risultati 

scolastici.

 Punti Forza

- Far mantenere ai ragazzi degenti  contatto con la normalità;

- Promuovere motivazione nell’impegno scolastico.

 

 

Drammatizzazione fiabe in pediatria

 Descrizione       

Preparazione ed osservazione di tessuti vegetali al microscopio

ottico ed analisi del fenomeno dell’osmosi.Preparazione ed

osservazione di tessuti

Questa attività rientra nel Progetto TBO (Teatro bambini in

ospedale) promosso dall’operatore teatrale Domenico

Salvadore e coordinato dalle due insegnanti.Questa attività

rientra nel Progetto TBO (Teatro bambini in ospedale)

promosso dall’operatore teatrale Domenico Salvadore e

coordinato dalle due insegnanti.

La programmazione degli interventi prevede momenti di

drammatizzazione di fiabe e successivo laboratorio

manipolativo e creativo con i bambini degenti. Gli interventi

sono settimanali della durata di due ore ciascuno.

 Punti Forza

Coinvolgimento attivo dei degenti delle diverse fasce di età in

momenti piacevoli, con conseguente alleggerimento del

disagio legato alla patologia.

 

 

Gli organi interni del corpo umano 

 Descrizione       

Servizio scolastico rivolto agli alunni di scuola dell’Infanzia e

Primaria.Servizio scolastico rivolto agli alunni di scuola

dell’Infanzia e Esplorazione degli organi rappresentati a

grandezza naturale su cartoncini plastificati che vanno

posizionati sul proprio corpo o su una striscia di stoffa

imparandone nomi e posizioni.

Consolidamento del linguaggio specifico ed ampliamento delle

conoscenze riguardo a funzioni e malattie mediante l'utilizzo di

una nomenclatura realizzata secondo i principi del metodo

Montessori. Utilizzo delle competenze ricostruendo i sistemi

dell'organismo attraverso un gioco virtuale.

 Punti Forza

 I bambini partecipano in modo più attivo e consapevole alle

visite mediche.

 

 

La flebo

 Descrizione       

Il progetto scientifico, svolto in collaborazione con il museo di

Scienze Caffi di Bergamo  e con professionisti del territorio

(biologi, veterinari, dentisti, astronomi, apicoltori,

entomologi,..) ha la finalità di far comprendere agli alunni la

relazione uomo-natura ambiente, attraverso incontri  e

laboratori  itineranti nei vari reparti e nelle stanze di

degenza.

 Punti Forza

Aiuta i bambini a regolare il proprio comportamento in

relazione alla strumentazione conosciuta.

 

 

Laboratorio di musica, arte e immagine ed emozione

 Descrizione       

Raccolta di elaborati degli alunni/pazienti stampati e diffusi anche

attraverso la versione multimediale. nell'ambito dell'Ospedale,

dell'Istituto Comprensivo Mantova2 ,dell'Istituto Comprensivo di

Ceresara e dell'ABIO.

 Punti Forza

Tempistica troppo stretta (ricoveri brevi).

Possibilità di sperimentare solo un numero di attività e strategie.

 

 

Progetto IC Ilaria Alpi

 Descrizione       

- Incursioni Musicali degli Alunni della Secondaria: visita da parte

di alcune classi dell’ordinamento musicale dell’IC ILARIA ALPI: gli

alunni eseguono alcuni brani per i degenti e le loro famiglie, in

un’ottica di educazione alla cittadinanza;

- Tirocinio con studenti della Facoltà di “Scienze della Formazione

primaria” dell’Università Cattolica;

- Giornalino “Il Pigiamino” che raccoglie gli elaborati degli alunni

ricoverati e racconta le attività, gli eventi e i progetti svoltisi

durante l’anno scolastico nel reparto;

- Vigili In Corsia: incontri di “Educazione stradale” realizzati dalla

Polizia Municipale di Milano;

- Laboratori Musicali della Cooperativa Sociale Allegromoderato:

laboratori a cura degli insegnanti della Cooperativa e  dei

musicisti tutor (ragazzi con disabilità fisiche o psichiche) che

coinvolgono i degenti nella sperimentazione di moltissimi

strumenti  musicali e  nell’esecuzione collettiva di vari brani.

 Punti Forza

 

 

 

Progetto giornalino

 Descrizione       

Si sta creando una pagina web sul sito della scuola dedicata alla

Scuola in Ospedale che documenterà le attività e i materiali

realizzati in ospedale dai ragazzi con la guida dei docenti.

 Punti Forza

Si svilupperanno in maniera particolare i temi della creatività,

intimamente legati alla ricostruzione del benessere psicofisico e

dell'autostima.

 

 

Progetto dipingi matata

 Descrizione       

I ragazzi degenti, guidati dalla docente Antonella Puce, stanno

dipingendo una parete del reparto della casa pediatrica autorizzati

dal Primario.

 Punti Forza

L'arte-terapia viene utilizzata come strumento di esplorazione e

riscoperta di sé, in particolare a favore di ragazzi vittime di

violenza e che evidenziano un disagio psicologico profondo.

 

 

Progetto chartusia

 Descrizione       

Progetto con la casa editrice Carthusia per la scuola primaria,

curato dalle docenti Anna Colombo e Giusy Piserchia, finalizzato

alla realizzazione di un libro sulla malattia renale in uscita l'8

marzo

 Punti Forza

I bambini degenti imparano ad utilizzare le loro doti creative e le

loro capacità narrative per realizzare un progetto dal messaggio

forte e positivo e imparano a socializzare le loro emozioni relative

alla malattia.

 

 

Tutta un'altra musica

 Descrizione       

Progetto: Musicoterapia

Il progetto “Tutta un’altra musica” consiste in un’ attività di

laboratori musicali/orchestrali per i bambini degenti presso il

reparto di pediatria dell’ospedale San Carlo di Milano all’interno

del quale vengono realizzati.

E’ caratterizzato dalla figura dei “tutor”, musicisti con disabilità

fisiche o psichiche della Cooperativa AllegroModerato che

intendono svolgere un’attività di volontariato mettendo a

disposizione il proprio tempo e le proprie competenze musicali a

favore dei bambini degenti.

E’ caratterizzato anche dalla singolare situazione che vede stare

insieme bambini “normodotati” e persone con disabilità che,

accomunati dall’esperienza del limite, cercano di

affrontarlo positivamente in un’ esperienza di condivisione e di

bellezza.

Va a configurarsi quindi come un ribaltamento dell’immaginario

comune che identifica la persona con disabilità solo come oggetto

di cure e non come portatore di abilità.

Il ricovero di un bambino in ospedale rappresenta, per lui e per i

suoi genitori, un momento estremamente delicato, spesso

doloroso e difficile da affrontare. Inoltre la degenza,

prolungandosi anche per mesi, rischia di diventare un tempo privo

di stimoli per la mancanza di attività specifiche e adeguate a

vivere quel tempo in una dimensione educativa e non di

abbandono del piccolo a sé stesso.

Attraverso l’utilizzo di strumenti a corda e a percussione i pazienti

e i loro familiari imparano d ascoltare le note, a riprodurle e a

tenere fra le mani uno strumento unico nel suo genere (violini,

violoncelli, contrabbasso, marimba, tastiere, arpa, batteria,

percussioni.

 Punti Forza

Socializzazione, approccio a strumenti musicali di vario genere,

gratificazione nell’esecuzione, apprendimento dell’impostazione

dello strumento musicale, visione d’ensemble anche rispetto alla

disabilità. L’esperienza musicale rivolta ai bambini ricoverati può

produrre benessere e quindi avere forti valenze terapeutiche.

Molti pazienti hanno iniziato ad avvicinarsi alla musica e hanno

proseguito il percorso studiando uno strumento musicale.

 

 

Struttura creativa

 Descrizione       

Progetto musicale, finanziato dalla ditta ABB SACE, itinerante

nelle stanze di degenza  ha la finalità

Progetto per il laboratorio di scrittura creativa in cui i pazienti di

varie eta’ si confrontano e realizzano testi di vario genere, anche

per partecipare a concorsi letterari o giornalistici. Realizzazione di

un giornalino di reparto.

Affinare le varie tecniche di scrittura come espressione di se’.

Scoprire e valorizzare il piacere di scrivere partendo dal proprio

vissuto elaborando testi di vario genere (poetico, letterario,

giornalistico..)

Libretti tematici, in collaborazione con i bambini dell’ospedale

niguarda, giornalini cartacei, articoli di giornale, testi per concorsi

letterari.

 

 Punti Forza

Socializzazione, lavoro di gruppo. Imparare a lavorare su obiettivi

che permettano la realizzazione di prodotti fruibili da tutti e che

permettano visibilità.

 

 

Tutor Alternanza/Lavoro e tirocinio università Cattolica

 Descrizione       

Perché si è sviluppato il progetto accogliere studenti di istituti

superiori che devono svolgere alternanza scuola/lavoro e studenti

dell’università cattolica di Milano per il tirocini.

Competenze che si è voluto sviluppare: capacità di osservazione e

analisi del contesto. Progettazione e realizzazione di interventi

con gruppi di bambini del reparto e/o all’interno degli spazi

dell’ospedale (serra, orto, ambulatorio ecc.) documentare il

percorso didattico realizzato.

Breve descrizione del progetto attività svolte in reparto attraverso

interventi mirati sperimentando le varie proposte della scuola in

ospedale, seguendo e accogliendo direttamente i pazienti

ricoverati, proponendo laboratori di scrittura creativa, semina,

arte, musica, inglese. Realizzazione di semplici spettacoli teatrali,

collaborazione con gli eventi programmati per l’ospedale quale

concerti, mostre, green city., convegni.

Gli studenti del Rebora, cardano, severi, Vittorini, Tenca, si

alterneranno da settembre a luglio con orari di 40 ore settimanali

per 1 o 2 settimane ciascuno. I 4 studenti della cattolica

svolgeranno un totale di 120 ore, 30 per ognuno.

Gli studenti seguiranno le attività didattiche della scuola in

ospedale volte in primo luogo alla capacità di ascolto e di

accoglienza. L’utenza è varia, dalla scuola dell’infanzia fino alla

scuola superiore di ii grado.

 Punti Forza

Socializzazione, approccio ludico, gratificazione nella relazione

paziente/clown. L’esperienza di clown terapia rivolta ai bambini

ricoverati può produrre benessere e quindi avere forti valenze

terapeutiche. Spesso la giornata si orienta diversamente con il

sorriso che i clown portano nelle stanze.

 

 

Clown Therapy

 Descrizione       

Per la "Scuola in Ospedale" il principale obiettivo è quello del

coinvolgimento dei piccoli degenti, in modo che anche in un

momento particolare in cui la malattia li allontana dalle mura

domestiche non perdano completamente il contatto con la loro

quotidianità. Indubbiamente, da parte dell'insegnante, rimane

primario il compito di assicurare la continuità scolastica,

soprattutto a quei pazienti per i quali è prevista una lunga

degenza, ma anche stimolare le potenzialità dei piccoli attraverso

il loro inserimento in "progetti aperti" quali le attività laboratoriali

e il giornalino di reparto.

Numerosi studi dimostrano che se l'ansia e lo stress causati da un

disagio sanitario sono mitigati da sensazioni positive come

l'allegria, migliorano le relazioni interpersonali a vantaggio di tutti

gli attori coinvolti: pazienti, famiglie, medici e infermieri. In

questo modo il personale preposto alle cure può portare avanti la

propria' attività con meno ostacoli. 

Il progetto si inserisce nelle attività del reparto una volta alla

settimana. Vede coinvolti anche volontari, studenti di alternanza

scuola/lavoro e tirocinanti dell’Università.

 Punti Forza

 

 

 

Orto giardino per il benessere

 Descrizione       

Perché si è sviluppato il progetto all’interno del parco

dell’ospedale è presente un orto sinergico e il giardino degli

abbracci. Da qui l’opportunità di utilizzare la semina in reparto

collegata a questi ambienti esterni. Partecipazione all’iniziativa del

comune di Milano green city 2017

Competenze che si è voluto sviluppare orto terapeutico per il

benessere del bambino. Prendersi cura di una piantina, di un

essere vivente, interazione tra i bambini e gli elementi della

natura.

Breve descrizione del progetto approfondimento dei meccanismi

fisiologici degli esseri viventi (uomo, piante). Osservazione

dell’healing garden dell’ospedale san Carlo, attività di orto-

giardinaggio applicando i protocolli dell’università.

Lezioni frontali con esperti, laboratorio di giardinaggio semina e

osservazione dell’ambiente naturale, testi guidati, scrittura

creativa e realizzazione di cartelloni tematici.

 

 Punti Forza

Socializzazione, approccio al verde e alla natura, gratificazione

nell’esecuzione della semina in vasi o nel travaso nell’orto, studio

e apprendimento di nozioni sulle piante. L’esperienza rivolta ai

bambini ricoverati può produrre benessere e quindi avere forti

valenze terapeutiche.

 

 

Progetto raccordo

 Descrizione       

Organizzazione di eventi musicali realizzati da docenti e alunni

della scuola primaria e della scuola secondaria rivolti agli alunni

degenti, alle loro famiglie e al personale sanitario. In

preparazione di questi eventi vengono svolte anche presentazioni

della Scuola in Ospedale presso la scuola primaria (docenti

Colombo, Esposito e Puce) e presso la scuola secondaria di primo

grado (docenti Manzo e Scarani) con realizzazione di cartelloni,

file audio ppt ed elaborati scritti.

 Punti Forza

Si realizza così un apprendimento servizio che aiuta gli allievi

dell'Istituto Comprensivo a sviluppare, oltre alle competenze

musicali, anche concrete competenze civiche, la capacità di

essere empatici e di venire incontro all'altro indipendentemente

da ogni pregiudizio.

Si permette ai ragazzi degenti e alle loro famiglie di vivere in

maniera ancora più solida la scuola in ospedale come un ponte tra

la malattia e il ritorno alla “normalità”.

 

 

Progetto spettacolo di Natale

 Descrizione       

Preparazione degli addobbi e delle decorazioni per il reparto

Costruzione e allestimento delle scenografie per lo spettacolo

Realizzazione dei manufatti per le autorità invitate

Prove con gli attori, ballerini e cantanti: alcuni medici e infermieri.

 Punti Forza

Coinvolgimento di tutte le componenti: degenti, genitori, medici,

infermieri, volontari

 

 

Progeto mostre

 Descrizione       

 

Produzione di elaborati individuali o di gruppo di vario tipo:

disegni, pitture, testi scritti a mano o al pc, manufatti in base allo

sfondo integratore dell’anno scolastico

Allestimento ed esposizione di fine anno scolastico in uno spazio

autorizzato del reparto o dell’ospedale

 Punti Forza

Gratificazione nel degente 

Visibilità e conoscenza della Scuola in Ospedale

 

 

Progetto scuola superiore in ospedale

 Descrizione       

Il Progetto garantisce il diritto allo studio agli studenti di scuola

superiore in cura presso il Centro Maria Letizia Verga –

Fondazione MBBM.

Presso Scuola in Ospedale sono presenti due docenti di materie

letterarie che affiancano all'attività di insegnamento il

coordinamento e l'organizzazione di tutta l'attività didattica per gli

studenti in cura, reperendo, per le discipline previste dai piani di

studio di ciascun alunno, gli insegnanti delle scuole appartenenti

alla provincia di Monza e Brianza che abbiano segnalato la propria

disponibilità.

 Punti Forza

Il Progetto garantisce la prosecuzione degli studi a studenti

appartenenti ai diversi indirizzi di scuola secondaria di secondo

grado.

 

 

 

 

Logo Miur

INFORMAZIONI UTILI

Faq

SEGUICI SU