Ministero dell'Istruzione Accedi
Senza titolo-10
31 marzo 2021 Friuli Venezia Giulia Storie in Corsia

Arte-terapia per le pazienti pediatriche con disturbi alimentari

A partire dal mese di novembre 2020, presso il reparto di Pediatria dell'ospedale "Santa Maria degli Angeli" di Pordenone, ha preso il via il percorso di Arte-Terapia condotto dalla prof.ssa ed arte-terapeuta Sara Volpato con la collaborazione della psicologa dott.ssa Manuela Cosenza.
Il setting è la luminosissima sala riunioni del reparto, arricchita dai colori dei materiali e degli strumenti artistici donati dall’associazione Le Petit Port.
In questo contesto ottimale sono ruotate molte ragazze affette da disturbi alimentari, le quali, attraverso la potente disciplina che coniuga arte e psicoterapia, si sono addentrate in un percorso intimo e dialogico con loro stesse.
Per mezzo di elaborati grafico-pittorici o plastici, le ragazze hanno costruito dei percorsi visivi - che sono anche e soprattutto emotivi e catartici - attraverso cui hanno imparato a familiarizzare con loro stesse, ad essere più consapevoli delle loro emozioni, ad accettarsi, a prendere coscienza delle proprie paure, ma anche a riconoscere le proprie potenzialità, infine a crescere più serene.

Testimonianza di Aurora – ragazza della SIO

Al momento del bisogno il laboratorio di ARTETERAPIA è sempre stato presente. Le dottoresse Sara e Manuela sono sempre state disponibili nei confronti di ognuno di noi e hanno cercato di aiutarci e sostenerci in questo percorso. Le due ore di laboratorio sono state un momento ricreativo in cui era possibile staccare la mente, liberarla dai pensieri e scaricare le tensioni disegnando. Oltre all’aiuto psicologico mi sono divertita a disegnare e sono contenta di portare con me questi disegni come ricordo di questo periodo della mia vita.
Grazie Sara e Manuela per il vostro prezioso aiuto.

Contributo della psicologa

Arte e psiche. Il fluire delle emozioni attraverso la mina grigia della matita. Il rumore scricchiolante del passaggio del pensiero sulla carta. La connotazione emotiva attraverso i colori: scuri per i momenti più bui, vivaci quando affiora la speranza di un benessere ricercato e trovato.
E poi lì a osservare ciò che dall’anima si è materializzato sulla carta. Divenuto concreto, più fruibile. Quasi a poterlo toccare. E così spaventa di meno. Così i demoni hanno una faccia visibile e non sono più ombre rinchiuse nel cuore.
Tutto ciò è stato sperimentato nel nostro laboratorio. Le ragazze si sono confrontare con le proprie paure, consce di poter essere sostenute e raccolte da me e Sara in questi delicati momenti.
Un’occasione per noi e per loro di vivere e “buttare fuori” i propri disagi in un luogo protetto e carico di empatia.

Dott.ssa Manuela Cosenza

Si allegano fotografie dell'attività e alcuni prodotti degli alunni ricoverati

IMG 20210321 WA0000 IMG 20210321 WA0001

IMG 20210321 WA0002 IMG 20210321 WA0003

IMG 20210321 WA0004 IMG 20210321 WA0005

IMG 20210321 WA0006 IMG 20210321 WA0007

Logo Miur

INFORMAZIONI UTILI

Faq

SEGUICI SU